Tecnobios

Cosa sono le anomalie cromosomiche?

24 giugno 13 

Numerose ricerche hanno dimostrato che, con grande frequenza, gli embrioni presentano un numero non corretto di cromosomi nelle loro cellule, una condizione conosciuta come aneuploidia. Il rischio di ottenere embrioni aneuploidi aumenta notevolmente al crescere dell'età materna. Nelle donne tra i 30 e i 40 anni circa la metà degli embrioni presentano anomalie mentre nelle donne sopra i 40 anni circa tre quarti degli embrioni sono aneuploidi.
 
Se un cromosoma non è presente oppure è duplicato, le informazioni genetiche risultano alterate e la gravidanza non riesce nella maggior parte dei casi ad andare avanti. Nella maggior parte dei casi gli embrioni anomali non riusciranno ad impiantarsi nell'utero o porteranno ad aborto precoce. Ci sono poi rari casi, come quello della trisomia 21, in cui l’anomalia cromosomica non impedisce di portare a termine la gravidanza, ma il bambino risulta affetto dalla Sindrome di Down.
 

Bookmark and Share